La salute della donna

L’igiene intima

Perché si raccomanda di detergere in modo mirato e con prodotti specifici le zone intime? Ecco i principali motivi.

  • Innanzitutto, le zone genitali (come le labbra e il cavo orale) sono rivestite da una mucosa, ovvero non hanno uno strato corneo, che funge da corazza protettiva, come le altre parti dell’epidermide. Sono, quindi, più delicate, vulnerabili e permeabili.
  • Essendo zone particolarmente delicate, sono provviste di numerose ghiandole sebacee che provvedono a una costante lubrificazione.
  • E’ proprio questo sebo che, depositandosi nelle pieghe delle mucose genitali, si ossida e viene attaccato dai batteri.
  • Nella zona genitale interna della donna, il pH è molto più acido rispetto al resto della pelle, e ciò per uno scopo ben preciso. L’ambiente acido, infatti, favorisce la presenza di determinati microrganismi (utili e, comunque, non nocivi in questa sede) e ostacola – sia direttamente che indirettamente – l’insediarsi di altri microrganismi nocivi.

La pulizia va effettuata almeno una volta al giorno con un detergente adatto. I normali saponi sono troppo alcalini e, quindi, non vanno bene per detergere le zone intime: causerebbero una variazione del pH e questo, a sua volta, favorirebbe la crescita indiscriminata della Candida e di altri batteri patogeni.

Anche se dalla pubblicità e dai prodotti per l’igiene intima in circolazione, parrebbe un’esigenza tutta femminile, una regolare igiene intima è indispensabile sia per le donne che per gli uomini. Sia nelle donne che negli uomini infatti l’igiene intima è fondamentale per evitare ristagni di secrezioni che possono provocare facilmente alcalinità e irritazioni delle mucose genitali. Numerose ricerche confermano che moltissimi giovani soffrono di irritazioni, infezioni e arrossamenti delle parti più intime, provocati semplicemente da una scarsa o scorretta igiene.

Il detergente intimo

Tra i detergenti intimi in commercio devono essere privilegiati quelli più delicati. Inoltre devono essere usati seguendo alcuni accorgimenti importanti:

 

  • Innanzitutto, va evitato di usarlo non diluito, a contatto diretto con la mucosa, a meno di indicazioni diverse presenti sulla confezione. È consigliabile utilizzarlo sempre diluito nell’acqua del bidet o del lavandino oppure su una spugna o su una pezzuola bagnata.
  • Al termine della detersione, occorre sciacquare abbondantemente con acqua fresca e pulita.
  • In viaggio, si può ricorrere alle salviettine specifiche. ATTENZIONE: non utilizzare le comuni salviettine umidificate, perché in genere sono imbevute di soluzioni alcoliche che irritano e bruciano, se applicate su una mucosa.
  • Non usare deodoranti.
  • Per quanto riguarda, disinfettanti vaginali (o altre sostanze medicamentose) vanno usati solo se necessario, su indicazione specifica, per il tempo e con le modalità consigliate dal ginecologo.

 Igiene intima femminile

Alcune raccomandazioni circa le modalità di esecuzione di una corretta igiene intima:

 

  • È importante abituarsi a detergere la zona vulvare, con movimenti della mano dalla vagina all’ano e mai il contrario, per evitare il contatto degli organi genitali con le feci, portatrici di batteri.
  • Non esagerare con detergenti per l’igiene intima ed è consigliabile non usare i comuni saponi, che sono particolarmente aggressivi per le mucose e possono alterare l’equilibrio dell’ambiente della vagina, limitando la naturale azione difensiva contro i batteri. Meglio scegliere un detergente naturale, il più delicato possibile, senza additivi chimici.
  • Durante il ciclo, è una buona abitudine rinfrescarsi a ogni cambio di assorbente con abbondante acqua corrente tiepida, perché le perdite ematiche causano una variazione del pH della mucosa vaginale, indebolendone le difese.

Igiene intima maschile

Nella cura dell’igiene intima quotidiana l’uomo deve porre particolare attenzione alla cute del pene, alla semimucosa del prepuzio e del glande e alla mucosa del canale uretrale. Si tratta di zone dell’apparato genitale maschile in cui normalmente si trovano numerosi tipi di germi.

Nell’uomo non circonciso, le secrezioni delle ghiandole poste sulla circonferenza del glande ristagnano dietro la corona del glande che, essendo ricoperto da una mucosa e non da cute, è più delicato e più soggetto di altre zone all’attacco di batteri che possono causare infiammazioni e infezioni.

Utilizzare il normale sapone per la detersione delle parti intime è un’abitudine che può causare irritazioni spiacevoli. E’ consigliabile scegliere detergenti intimi naturali, non aggressivi. In commercio ne esistono anche studiati appositamente per l’igiene intima maschile.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK