Vale 87
Gravidanza

Interruzione di gravidanza farmacologico

Egregio dottore volevo sapere se io alla 6 settimana posso fare l’interruzione di gravidanza farmacologico e che rischi comporta.

Vale 87
05 Giugno 2020

Risposta

Buongiorno,
per legge, in Italia, la donna può richiedere l’interruzione volontaria di gravidanza (IVG) entro i primi 90 giorni di gestazione.
Per quanto riguarda la modalità (farmacologica o chirurgica), occorre fare una valutazione clinica sulla base delle sue esigenze e delle dimensioni dell’embrione (maggiori sono le dimensioni dell’embrione e maggiore sarà la probabilità di dover ricorrere alla modalità chirurgica).
Faccia al più presto una visita ginecologica di controllo per valutare, insieme al suo medico, quale modalità sia quella più indicata al suo caso specifico.
Dopo le valutazioni cliniche il medico le farà un counseling che prevede:
– esame delle possibili soluzioni dei problemi proposti (che comportano un ostacolo al prosieguo della gravidanza)
– aiuto alla rimozione delle cause che porterebbero alla IVG
– certificazione
– invito a soprassedere per sette giorni in assenza di urgenza, sia entro che oltre i primi 90 giorni di gravidanza.

In sede di consulenza le verranno inoltre spiegate entrambe le modalità di approccio (farmacologica o chirurgica) con i limiti e rischi relativi.
Cordialità

Agata Ingala
Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK