Sarrra
Contraccezione / Coito interrotto

Coito interrotto

Gentile Dottoressa, ho 37 anni ed ho sempre assunto la pillola anticoncezionale che ora ho sospeso lo scorso 1° novembre. Da allora io e il mio ragazzo utilizziamo il coito interrotto, ma in realtà io non sono alla ricerca di una gravidanza. Vorrei quindi chiederle quanto il coito interrotto sia rischioso acchè questo avvenga. In questo mese in cui lo abbiamo utilizzato lui è sempre venuto fuori, ma appena esce, eiacula, quindi temo che esca troppo tardi? ho letto su Internet che tante ragazze sono rimaste incinte in questo modo, tante altre invece no pur praticandolo per molti anni. La ringrazio

Sarrra
26 Novembre 2020
26 Novembre 2020

Risposta

Buongiorno,
il coito interrotto presenta una scarsa efficacia contraccettiva.
Si tratta di un metodo semplice che risulta spesso sgradito e frustrante sia per l’uomo che per la donna perché interrompe bruscamente il rapporto, interferendo con il piacere e l’intensità dell’orgasmo. Responsabilizza prevalentemente l’uomo che deve ritrarre il pene dalla vagina prima dell’eiaculazione (che avviene quindi all’esterno); necessita di esperienza e attenzione per capire quando è il momento di ritrarre il pene dalla vagina e lontano dai genitali della donna.
Personalmente lo sconsiglio fortemente poiché la espone a un elevato rischio di gravidanza indesiderata.
Se ha sempre assunto la pillola senza problemi e non desidera una gravidanza in questo momento, le consiglio di valutare una ripresa dell’assunzione della stessa o l’individuazione di un metodo anticoncezionale alternativo ma affidabile, al fine da vivere al meglio i rapporti, senza ansie e preoccupazioni.
Ne parli con il suo ginecologo.
Cordialità

Agata Ingala
Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK