Ele883
Malattie sessualmente trasmesse

Clamidia e sterilita

Bsera dott.ssa,volevo sapere se la clamidia porta in tutti i casi a sterilità tubarica o solo nelle casistiche più gravi come ha detto la mia dott.ssa.Le faccio questa domanda perché leggendo su google c’è un po’ di terrore a riguardo.Mi incuriosiva questa cosa.E siccome in passato ho avuto pruriti fastidì vaginali e bruciori volevo sapere se fossero sintomi di clamidia ormai arrivata alle tube.Premetto che la mia gine mi ha detto di no ma volevo esserne sicura grazie mille

Ele883
04 Ottobre 2020

Risposta

Buongiorno,
come le spiegava correttamente la sua ginecologa, solo nei casi più gravi l’infiammazione da Clamydia può risalire lungo le tube e giungere fino al peritoneo causando la cosiddetta “malattia infiammatoria pelvica (PID)”, in grado di provocare danni permanenti al sistema riproduttivo (chiusura delle tube, aderenze addominali e dolore pelvico cronico); per fortuna non è la regola.
La cosa importante da attenzione è che circa la metà dei portatori è asintomatico (per questo motivo la Clamydia è definita “infezione silenziosa”); l’unico modo per sapere con certezza se in passato ha contratto l’infezione, è la ricerca di anticorpi specifici nel sangue tramite un banale prelievo.
Cordialità

Agata Ingala
Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK