Sesso

Il preservativo: come lo vivono i giovanissimi?

Redazione

Preservativo: ragazze e ragazzi lo conoscono, lo usano? E lo usano in modo corretto? Ne abbiamo parlato con un’Esperta nel dialogo con i giovanissimi, la dr.ssa Elisa Cassina, ginecologa presso Consultori Familiari e Pediatrici ASL città di Torino.

Preservativo, protezione fondamentale dalle malattie sessualmente trasmesse (MSD)

E’ cambiato qualcosa nelle abitudini dei ragazzi? Conoscono e usano meglio il preservativo? “Non è cambiato molto, purtroppo”, ammette la dr.ssa Cassina. “Spesso il preservativo è sotto-utilizzato: per questo con i ragazzi che vengono in consultorio dedichiamo molto tempo a parlarne, spiegando i rischi che derivano dal non utilizzo, sia in termini di malattie sessualmente trasmesse sia in termini di gravidanze non desiderate”.

Le malattie sessualmente trasmesse sono purtroppo in aumento: qui trovi le nostre schede pratiche sulle principali MSD : sintomi, diagnosi e trattamento. Rivolgiti subito al Consultorio o al tuo Ginecologo di fiducia per qualsiasi dubbio!

E se lui dice: ci penso io?

“Spesso in consultorio le ragazze non vengono accompagnate dal partner maschile”, prosegue la dr.ssa Cassina, “e nel dialogo con loro emerge perché non viene utilizzato: a volte per ingenuità, o per scarsa conoscenza, ma spesso anche perché la donna tende a non tutelarsi, si fida del partner che dice “ci penso io”, e non lo utilizza.

“In consultorio ci sono delle operatrici molto brave, che collaborano anche con gli istituti scolastici, e che dedicano molto tempo agli aspetti “pratici”: come si mette il preservativo e quando, quando va tolto. Sono tutti momenti importanti che possono aiutare a vincere la “diffidenza” verso uno strumento preziosissimo per difendere la nostra salute”.

Guarda il video dell’intervista

Preservativo: quando è indicato

Alcune delle situazioni in cui l’uso del preservativo è necessario e/o può rappresentare il metodo contraccettivo corretto:

  • All’inizio di una relazione, quando non si conosce ancora bene il partner.
  • Rapporti occasionali.
  • Rapporti sessuali imprevisti.
  • Rapporti con partner multipli.
  • Quando, oltre ad un effetto contraccettivo, si desidera un’elevata protezione dal rischio di contrarre malattie sessualmente trasmesse, compreso l’HIV.
  • Controindicazioni all’uso di altri metodi contraccettivi.
  • Periodi di intervallo o sospensione di altri metodi contraccettivi (“contraccezione di attesa”).
  • Dopo il parto e durante l’allattamento (per ridurre il rischio di endometriti).

Per conoscere tutti i vantaggi e le indicazioni d’uso del preservativo, guarda la scheda pratica.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK