Attualità

La contraccezione ai tempi del Coronavirus

Redazione

Posso andare dal ginecologo? Come farsi prescrivere un metodo contraccettivo? Tutte le risposte degli Esperti

Come comportarsi con la contraccezione durante la pandemia da Coronavirus che stiamo vivendo? Seguire le indicazioni che ci arrivano dalle autorità sanitarie e dagli Operatori qualificati: nella difficile emergenza Coronavirus che stiamo vivendo, questa deve rimanere l’unica strada da seguire per tutelare la nostra salute e quella dei nostri familiari.

Anche la contraccezione deve seguire lo stesso percorso: affidiamoci agli Operatori Sanitari e ai Consultori familiari, che sono attivi sul territorio nazionale,  con alcuni “accorgimenti” per limitare il rischio di contagio e rispettare i decreti in atto.

Ecco i consigli del Collegio Nazionale degli Ostetrici e Ginecologi francesi, riadattato per il territorio italiano da Prochoice, rete italiana contraccezione aborto.

Come faccio ad avere il rinnovo della pillola?

Parla telefonicamente con lo Specialista: verificherà l’assenza di controindicazioni sopraggiunte dall’ultima prescrizione ormonale, così come eventuali interazioni con altri farmaci. La misurazione della pressione arteriosa, associata al controllo o al rinnovo della prescrizione, potrà essere rinviata di qualche mese oppure essere eseguita dal Medico di famiglia. In questo caso, sulla ricetta sarà presente l’indicazione «da consegnare limitatamente alle donne con pressione arteriosa inferiore a 140/80».

Vorrei farmi prescrivere un metodo ormonale, posso farlo?

La prescrizione della contraccezione ormonale (pillola, cerotto, anello contraccettivo) può avvenire anche in videoconsulto. Lo Specialista dovrà verificare l’assenza di controindicazioni (trombosi, embolie, età, fumo), con l’obiettivo di valutare i rischi, soprattutto cardiovascolari anche familiari. In caso di dubbio, sarà preferibile prescrivere un contraccettivo con solo progestinico, ma sarà lo Specialista a valutare. La misurazione della pressione arteriosa, associata ad una prescrizione estroprogestinica potrà essere eseguita dal farmacista o dal Medico di famiglia, nel momento del rilascio della prescrizione – che sarà infatti contrassegnata dalla dicitura “consegnare limitatamente alle donne con pressione arteriosa inferiore a 140/80”. E gli esami del sangue? In assenza di fattori di rischio cardiovascolare e se la donna ha meno di 35 anni, in questo periodo di pandemia potranno non essere necessari, così come la visita ginecologica – ovviamente in assenza di patologie specifiche.

Uso la spirale da anni, cosa devo fare?

Nel caso dei metodi a lunga durata d’azione, verifica quanto tempo è passato dalla prescrizione e, nel dubbio, consulta lo Specialista. Ecco alcune indicazioni:

  • IUD rame 5 anni/10 anni secondo i modelli, possibile 10 o anche 12 anni
  • Kyleena 5 anni 
  • Mirena 5 anni
  • Nexplanon 3 anni
  • IUD in rame e IUD medicate non hanno necessità di essere sostituite dopo, rispettivamente, i 40 e i 45 della donna 

Voglio cambiare metodo contraccettivo

A seconda della tua età, dei fattori di rischio e della tua storia familiare, potrà essere possibile fare un videoconsulto con il tuo Specialista: parlane con lui/lei.

Posso programmare l’inserimento della spirale in questo periodo?

Con il consulto a distanza, lo Specialista potrà valutare se sia il momento più adatto o come programmarlo nelle migliori condizioni possibili in funzione del ciclo o della contraccezione in corso. Un consulto a distanza preventivo potrà aiutare a ridurre l’attesa nello studio medico o in consultorio, e limitare il tempo del consulto all’inserimento del metodo.

Ho avuto un rapporto a rischio, posso usare la contraccezione d’emergenza?

Ricordati che la contraccezione d’emergenza deve essere assunta al più presto dopo un rapporto a rischio per essere efficace. Se sei maggiorenne puoi rivolgerti in farmacia, senza bisogno di avere la ricetta del medico.Se sei minorenne, è necessaria la ricetta del medico e devi rivolgerti in Pronto soccorso oppure in un consultorio familiare.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK