Attualità

Gli italiani e il sesso: lo facciamo più spesso ma senza contraccettivo

Redazione

Gli italiani fanno sesso più spesso di vent’anni fa, ma si “dimenticano” il contraccettivo: è questo il quadro che emerge dai dati del recente rapporto Censis-Bayer sui comportamenti sessuali degli italiani, presentato lo scorso giugno. Il rapporto indaga le abitudini sessuali delle coppie e dei single, a distanza di oltre vent’anni dall’ultima ricerca sul tema in Italia.

Niente contraccettivo per il 63% degli italiani

Il dato allarmante è che ben il 63,3% degli italiani tra i 18 e i 40 anni ha avuto rapporti sessuali completi non protetti. Le motivazioni? Perché non avevano a disposizione un contraccettivo (22,5%), perché hanno deciso di correre il rischio (18,1%), perché pensavano di non correre rischi (17,9%). Per il 15,1%, il mancato utilizzo del contraccettivo è derivato dalla scelta del partner che ha preferito farne a meno.

“Dati che devono fare riflettere”, commenta la dr.ssa Elsa Viora, presidente AOGOI e coordinatore editoriale di ScegliTu. “Scegliere la contraccezione significa scegliere la salute: e noi donne non possiamo più delegare al partner una scelta così importante. Le opzioni oggi sono molteplici, sicure e adatte alle esigenze di ciascuna donna: l’informazione – così come il rapporto di fiducia con il Ginecologo, per le giovanissime ma anche le donne più adulte – diventa fondamentale. Da osservare anche come una percentuale molto elevata abbia rapporti completi convinta di non correre rischi: dobbiamo ricordare, sempre e comunque, che qualunque rapporto sessuale non protetto va considerato a rischio”.

Aumenta il numero di partner sessuali

In vent’anni, dalla pubblicazione dell’ultimo rapporto in tema, sono cambiate molte cose nelle abitudini sessuali degli italiani: prima fra tutte, il numero medio di partner sessuali, che a quarant’anni è 4 per le donne, 7 per gli uomini. Vent’anni fa la metà delle donne italiane a 40 anni aveva avuto un solo partner. Oggi le quarantenni che hanno avuto sei o più partner sono il 15,8%, per gli uomini sono il 40,5%. “In un contesto come quello descritto dal rapporto Censis, dove è aumentato il numero dei partner sessuali, diventa ancora più importante scegliere la contraccezione più adeguata, anche per una corretta protezione dalle malattie sessualmente trasmesse”, prosegue la dr.ssa Viora.

Dating on line e sesso senza amore

Cambiano le abitudini, si fa ricorso al dating on line e il sesso diventa più disinibito, anche all’interno della coppia. Il 25% degli italiani fa ricorso al porno in coppia, il 61% da solo. E il 37,5% fa uso di sexting (l’invio tramite smartphone di testi e immagini sessualmente espliciti). Oltre 3 donne su 4 dichiarano di separare il sesso dall’amore, ed è soddisfatta della propria vita sessuale. “I costumi di evolvono nel tempo: se oggi Internet rappresenta un attore importante nel trasmettere modelli e nel facilitare gli incontri, dovrebbe svolgere un ruolo di primo piano anche nel fornire le informazioni corrette. Questo vuol dire vivere il sesso con responsabilità, dentro o fuori dalla coppia: prevenzione della gravidanza e delle malattie sessuali scegliendo un contraccettivo affidabile, sicuro e adatto allo stile di vita”, conclude la dr.ssa Viora.

Scopri il metodo contraccettivo adatto a te

Quali sono le malattie sessualmente trasmesse

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK