I sintomi principali delle MST

fiogf49gjkf0d

Ecco qualche indicazione di base per auitarti a riconoscere i sintomi principali delle malattie sessualmente trasmesse.

 
1° indicazione -  I disturbi della minzione
Se capita a te, o al tuo ragazzo, di avere bruciori facendo la pipì, una secrezione imprevista dall'uretra, magari accompagnati da piccoli crampi, impara a riconoscere questi disturbi inconsueti, e rivolgiti subito al tuo medico. Si tratta di accertamenti molto semplici, basta fare un esame delle urine o di una goccia di secrezione uretrale per sapere in pochi giorni di cosa si tratta e avere i farmaci per curarla. La terapia, di solito, ha un'efficacia molto rapida.
 
2° indicazione -  La cura dei propri organi genitali
Ricordati, mentre ti lavi, di controllare tutta l'area genitale e la zona circostante (fino all'area intorno all'ano). Se trovi piccole alterazioni, zone arrossate, tumefazioni, piccole vescicole o altre manifestazioni esterne, presta la massima attenzione.
 
Certo per i ragazzi è più semplice esaminarsi i genitali e l'area limitrofa, tutti esterni, ma vale anche in parte per le ragazze imparare a osservare le zone delle piccole e delle grandi labbra. Basta prendere l'abitudine, si può anche utilizzare uno di quegli specchi tondi che ingrandiscono per rendere la visione più facile. Dovrebbe diventare un fatto consueto, in modo da rendere più semplice cogliere precocemente qualsiasi alterazione, anche la più piccola e risolverla rapidamente.
Anche in questo caso, non occorre consultare testi o amici, ma il proprio medico di fiducia o il Consultorio, con urgenza. Se non verrà diagnosticata una malattia, verrà subito curata la piccola lesione, comunque pericolosa.
 
3° indicazione -  La comparsa di perdite anomale
Per le ragazze, uno dei segni indicatori dell'attività uterina e vaginale è rappresentato dalle cosiddette perdite bianche. Sicuramente anche tu stai imparando a riconoscerle. Se ti accorgi, guardando le mutandine, che le perdite assumono una consistenza, un colore, un odore diversi da quelli consueti, presta attenzione a un eventuale segnale di qualche piccola irritazione, o infiammazione.
 
Segnala il fatto al tuo medico o al tuo ginecologo o a quello del consultorio. Con un esame molto semplice – basta prelevare con una spatolina un po' di muco, stenderlo su un vetrino e farlo analizzare – in pochi giorni potrai avere la diagnosi e l'eventuale cura, se dovesse trattarsi di una infezione sessualmente trasmissibile, oppure un rasserenante “stai tranquilla”.
Anche i ragazzi, possono talvolta riscontrare delle perdite dall'uretra, per esempio in caso di Clamidia, Gonorrea e Trichomonas. Anche per loro i controlli sono, comunque, rapidi.