Gli ormoni sessuali maschili

fiogf49gjkf0d

 

Anche nell’uomo, come nella donna, la produzione di ormoni sessuali, gli androgeni, di cui il rappresentante fondamentale è il noto testosterone, viene regolata a livello cerebrale.
 
Il cervello, infatti, è in grado di mandare messaggi all’apparato genitale attraverso le vie nervose.
 
Un'area dell’encefalo, l'ipotalamo, è a diretto contatto con l' ipofisi, una piccola ghiandola di importanza fondamentale per le funzioni sessuali di ambo i sessi.
 
Gli ormoni che essa produce (ormoni ipofisari o gonadotropine), denominati con le sigle FSH e LH, sono in grado di aumentare o diminuire l'attività del testicolo, l'organo chiave dell'apparato genitale maschile (il corrispettivo dell'ovaio femminile).
 
Il testicolo, oltre a modulare il rilascio degli ormoni sessuali - dei quali il principale è il testosterone - regola la produzione e la maturazione degli spermatozoi (gameti maschili) e la loro emissione attraverso l' eiaculazione del pene.