Che cosa fare in caso di violenza sessuale

fiogf49gjkf0d

 

La violenza sessuale è un trauma devastante per la donna. E’ necessario seguire un protocollo di protezione psicologica dopo un simile evento.
 
Parlare con una persona di fiducia 
Se ti succede di venire molestata o di essere vittima di una violenza, o conosci qualcuna che lo è,  è importante riuscire a superare il senso di disagio e di vergogna. La violenza subìta implica una reazione psichica nella donna stuprata, consistente in un senso di colpa persistente. Bisogna trovare la forza di parlarne con una persona di fiducia che ci possa aiutare, senza avere paura di non essere creduta o di venire ingiustamente accusata.  
 
Sporgere denuncia 
È importante denunciare episodi di violenza, portando quanti più elementi di prova ci siano, che permettano di identificare il violentatore. La procedura prevede una visita medica, che permette di raccogliere elementi di prova.
 
Andare in un Centro Antiviolenza o in un consultorio 
Subisci dei maltrattamenti in famiglia? Hai bisogno di sostegno, protezione e consigli? Conosci qualche tua amica o persona a te vicina che si trova in una situazione di bisogno? La legge italiana cosa prevede in questi casi?
Telefona o fatti accompagnare a un Centro Antiviolenza, in Italia ce ne sono diversi: sono reperibili nell’elenco telefonico. Si tratta di Centri gratuiti, che offrono tutta l'assistenza di cui si ha bisogno in questi casi, compresa eventualmente l'ospitalità.
 
Chiamare il numero verde 1522
Il numero verde 1522 è gratuito ed è dedicato all’accoglimento di segnalazioni di violenza sulle donne.
È un Servizio del Ministero per le Pari Opportunità Attivo 24 su 24 ore, tutti i giorni.
Fornisce un supporto immediato alle donne vittime di violenza fuori e dentro il nucleo familiare. Il call center raccoglie denunce, richieste di assistenza e mette in contatto le donne vittime di violenze con le strutture di assistenza presenti sul territorio.
 
Richiedere una visita medica
Dopo una violenza sessuale, è sempre opportuno richiedere una visita medica, un test di gravidanza e un test per individuare eventuali malattie sessualmente trasmesse.