Come nascono le fantasie erotiche

fiogf49gjkf0d
 
L’immaginario erotico è quell’insieme di fantasie, rappresentazioni mentali, proiezioni affettive che derivano dai desideri e dalle pulsioni inconscie, che contribuiscono a determinare l’eccitamento sessuale.
 
Le fantasie erotiche si hanno comunemente a tutte le età, durante i sogni ad occhi aperti o in occasione dei rapporti con il partner. Sono da considerare parte integrante della sessualità di ciascuno di noi.
 
Che funzione hanno le fantasie erotiche?
L’immaginario erotico svolge diverse funzioni. Due sono le principali: aumentare il livello di eccitazione sessuale e dare piacere.
Ogni fantasia viene elaborata dal soggetto fino a quando svolge una funzione di rappresentazione e, in piccola misura di appagamento, di un desiderio che nella maggior parte delle volte è inconscio dentro di noi.
Le fantasie rappresentano lo stimolo più efficace di cui si possa disporre per favorire l'attività sessuale.
Le fantasie erotiche hanno moltissime analogie con i sogni. Entrambi riflettono la personalità del soggetto e il suo modo di essere. Entrambi derivano da un desiderio inconscio ed entrambeirappresentano un modo di soddisfare il desiderio stesso.
Gli scenari e le immagini delle fantasie erotiche hanno sempre una maggiore coerenza e logicità rispetto a quelle dei sogni, e a differenza di questi ultimi, invece di appagare il desiderio, lo amplificano. L’immaginario erotico può supplire alle mancanze della realtà o può permettere di realizzare desideri erotici altrimenti irrealizzabili nella vita reale. Rappresenta una risorsa, una sorta di rifugio personale, utile a supplire, almeno in parte, alle cose che si vorrebbero, o che si vorrebbero fare, ma che non ci sono o non si possono fare. Una volta attivato, l'immaginario erotico, stimola il desiderio sessuale, che a sua volta ricerca il piacere. A volte può succedere il contrario cioè che la fantasia subentri dopo che l’eccitazione sessuale sia iniziata, ovvero è l'eccitazione che stimola la fantasia.
 
Tipi di fantasie sessuali. Differenze tra sessi.
Quelle femminili…
Le fantasie femminili sono generalmente più sentimentali, piene di tenerezze e di affetto, con punte di esibizionismo e narcisismo. Le immagini sono più astratte e immaginative. Le donne si soffermano generalmente di più sugli aspetti emotivi, sui sentimenti, sulle carezze e i preliminari, sull’ambiente e l’atmosfera circostante, e su partner sessuali con cui hanno avuto una relazione o sono emotivamente coinvolte. In alcune donne sono frequenti anche le fantasie di subire violenza sessuale o con partner immaginari.
e quelle maschili
Gli uomini sono in genere più voyeur, istintivamente poligamici e le loro fantasie lo confermano: sono frequenti immagini sadiche, aggressive e di gruppo. Le fantasie maschili sono solitamente più esplicite di quelle femminili, con immagini genitali, staccate da ogni contesto emotivo e rappresentazioni di atti sessuali con donne anche sconosciute. Il sesso nelle classiche fantasie maschili è un desiderio allo stato puro, una gratificazione puramente fisica, privato di ogni preliminare o della necessità di corteggiamenti o relazioni affettive.
 
Perché alcune donne immaginano di subire violenza?
La fantasia di subire violenza viene considerata in molti casi come una specie di deresponsabilizzazione da parte della donna rispetto al piacere che prova con l’attività sessuale. La fantasia di essere violentata le permette di raggiungere l’orgasmo, aggirando le inibizioni e le colpevolizzazioni che proverebbe se si trovasse in un ruolo attivo di ricerca del piacere sessuale. Nella fantasia, la donna fa fare a un altro, apparentemente contro la propria volontà, quello che lei vuole: avere un’attività sessuale soddisfacente e trarre piacere da essa.
 
Fonte: Il manuale del consulente sessuale. Volume I: La sessualità. A cura di Coniglio G., F. Angeli 2002.