Come nasce il desiderio

fiogf49gjkf0d

 

E’ un affascinante viaggio quello che conduce alla scoperta del desiderio, di un’emozione violenta che attira verso un’altra persona.
 
Tutto nasce nella testa
È necessario sapere che anche il desiderio sessuale – come tutti gli altri istinti che ben conosciamo, come la fame, la sete, il bisogno di dormire - ha origine nel cervello, in una zona specifica, in cui ha sede anche il meccanismo di controllo delle emozioni, il cosiddetto “ sistema limbico”.
Il desiderio è una componente della sessualità che subisce l’influsso positivo o negativo delle condizioni psicologiche, relazionali o ambientali in cui viviamo. Gli stimoli che innescano il desiderio sessuale sono diversi a seconda del sesso: in genere i maschi sono più sensibili agli stimoli visivi, mentre le femmine a quelli cosiddetti tattili (come baci e carezze).
 
Le “farfalle” nello stomaco
Il desiderio si manifesta con una moltitudine di sensazioni fisiche, dalle più discrete alle più violente. Può essere un dolce formicolio che percorre tutto il corpo, una sensazione strana nella pancia quando si è in presenza di una persona che ci piace, oppure semplicemente un rossore improvviso che non si può controllare. E poi ci sono le espressioni più evidenti del desiderio sessuale fino all’eccitazione vera e propria.
 
Quando il corpo parte in quarta
Se vi è già capitato di sentire le “farfalle nello stomaco” e di esservi innamorati, allora saprete già che l’innamoramento è uno stato psicologico che intensifica il desiderio sessuale e nella donna e nell’uomo. Se i due innamorati provano un desiderio reciproco, attuano una serie di comportamenti che portano all'eccitamento si scambiano baci, carezze in tutto il corpo e nelle zone genitali.
Queste stimolazioni innescano una serie di cambiamenti corporei: sudorazione diffusa, respirazione e battito cardiaco più intensi, i capezzoli che si inturgidiscono, l’eccitazione nel maschio e la lubrificazione della vagina nella donna sono i segnali più evidenti del desiderio sessuale.
 
Desiderio o amore?
Il desiderio non va confuso con l'amore. Vi sarà capitato di essere attratti da una persona appena conosciuta e che vi manda in "brodo di giuggiole" ogni volta che la incrociate: siate sinceri con voi stessi, non sono certo le sue qualità e neppure la sua intelligenza ad attrarvi, visto che non avete ancora potuto scoprirle, Semplicemente ne siete attratti e il vostro corpo ve lo comunica. Il desiderio è il linguaggio del corpo. L'amore è altra cosa, entrano in gioco anche il cuore, la tenerezza e l'intelligenza. Ma certo uno non esclude l'altro, anzi ci vogliono entrambi per costruire un rapporto sano e stimolante.
 
Reazioni sessuali
Il pene aumenta di volume e si indurisce. Nella donna il fenomeno è più discreto, ma non per questo meno reale: i capezzoli si induriscono, il sesso diventa sensibile, umido e turgido, la vagina si distende e si apre . Sono gli ormoni androgeni ad attivare il desiderio. Durante la pubertà la produzione di questi ormoni maschili aumenta sia nelle ragazze sia nei ragazzi. Sono tali ormoni ad attivare il sistema limbico e a scatenare il desiderio.
 
Il pudore è più che legittimo
Provate un senso di imbarazzo, di riservatezza a mettere a nudo il vostro corpo e i vostri segreti più intimi? Si tratta di un sentimento naturale che va rispettato e che va fatto rispettare, sia in famiglia sia con il partner. Ricordate che il pudore deve essere reciproco, anche il partner ha il suo. Il pudore è un modo di essere che tiene conto della sensibilità di ciascuno e del suo desiderio di intimità.