Il ruolo del gioco all´interno della coppia

fiogf49gjkf0d

 

L’allegria, la capacità di divertirsi e di ridere insieme sono elementi comuni di molte coppie affiatate e ben riuscite, al di là degli interessi condivisi, del dialogo aperto o della buona intesa sessuale.
 
L’allegria? Un gioco d’amore
La voglia di scherzare insieme, di prendersi in giro e di stuzzicarsi per finta, o di inventarsi dei soprannomi buffi o teneri sono tutti atteggiamenti che alimentano la complicità e fanno bene alla coppia. Il buonumore, come ormai hanno dimostrato molte ricerche scientifiche, scioglie le tensioni e spezza la routine della convivenza. Il gioco, infatti, anche nella coppia, nasconde delle valenze più complesse e profonde di quanto apparentemente potrebbe sembrare.
 
Comunicare… giocando
Una coppia tende spesso a giocare soltanto all’inizio del proprio rapporto, quando si è ancora nella fase della conoscenza reciproca. Più la relazione prosegue e più si tende a perdere la disposizione allo scherzo, irrigidendo il rapporto su canali prestabiliti. La scomparsa della dimensione giocosa e della spontaneità può essere un segnale di raffreddamento, di crisi o di noia, che andrebbe combattuto anche mantenendo o recuperando degli spazi di divertimento e di allegria.
Il gioco smussa le incomprensioni, aiuta a sdrammatizzare, consente di comunicare senza ferire, rilassa e favorisce l’intimità, crea una sorta di linguaggio privato che cementa la coppia, e alimenta il piacere di stare insieme.
 
Eros e humor
Quanto è eccitante lo humor? Quanto favorisce l’attrazione sessuale?
Molto, per alcuni, soprattutto per le coppie giovani. È quanto emerge da una recente indagine di cui parla Donata Francescano, nel suo libro Ridere è una cosa seria (Mondadori). Scrive l’autrice: “ Osservando coppie al primo appuntamento, quelle che ridevano avevano più probabilità di rivedersi per un secondo incontro. Per il 52% dei nostri intervistati lo humor influenza positivamente la sessualità, per un 29% è il contrario. Tuttavia, ben il 63% dell’intero campione è convinto che l’umorismo abbia un ruolo importante nella seduzione.” Secondo la stessa ricerca, ben il 97% degli intervistati riteneva cruciale ridere insieme per mantenere un buon rapporto di coppia, senza differenze di sesso e di età. Le ragioni espresse confermano i risultati di altre ricerche condotte su coppie con unioni felici di lunga durata: l’umorismo e il gioco migliorano la qualità della vita, favoriscono il benessere di coppia e la complicità e aiutano a superare i momenti di crisi. Tuttavia, sottolinea Donata Francescano, “su quest’ultimo punto occorre cautela, perchè l’umorismo aiuta a superare i momenti difficili solo se i due partner apprezzano il tipo di umorismo dell’altro partner, altrimenti le cose peggiorano.”
 
E se il gioco si fa duro? 
Ricordate La guerra dei Roses il film di Danny DeVito, con Michael Douglas e Kathleen Turner? Evoluzione eclatante di un matrimonio perfetto in guerriglia casalinga, perfida e letale. Senza arrivare a quegli eccessi, quando il gioco si fa duro può trasformarsi in un’arma per ferirsi a vicenda, per dichiararsi ostilità, per rinfacciarsi l’un l’altro le reciproche debolezze. In questi casi lo scherzo può diventare crudele e perfino feroce, veicolo di rabbie inespresse.