I social network influenzano la scelta contraccettiva

San Francisco, 5 ottobre 2010 – Un gruppo di ricercatori dell’Università della California di San Francisco, ha intervistato trenta donne per cercare di capire quali sono le ragioni che condizionano la scelta del metodo contraccettivo. Le giovani analizzate (età media 26 anni), risiedevano in un’area urbana, appartenevano alle minoranze afro-americana o ispanica e il 73% di loro aveva avuto gravidanze non desiderate. Dalla ricerca è emerso che i social network, assieme agli amici, alle madri e al partner, sono le principali fonti di creazione di falsi “miti” sulla contraccezione. Per molte donne le notizie trovate su internet hanno avuto un’influenza diretta sulle decisioni relative al loro metodo anticoncezionali. La circolazione sul web di informazioni errate o non precise circa i metodi contraccettivi e la salute sessuale femminile, aumenta quindi il rischio di gravidanze indesiderate o di malattie sessualmente trasmissibili. “Il counseling contraccettivo globale dovrebbe – affermano gli studiosi californiani- nei limiti del possibile, esplorare e indagare le esperienze e le opinioni trasmesse alle giovani donne tramite questi nuovi “luoghi” virtuali di aggregazione e scambio delle informazioni”.