Le paure della prima volta

fiogf49gjkf0d

Farà male?  
Molte ragazze sono convinte che la perdita della verginità sia un’esperienza dolorosa e difficile. Non è sempre così, anzi. Anche questo dipende da fattori sia fisici che emotivi.

 

La gran parte delle donne la “prima volta” non prova affatto dolore né perde sangue (se non poche gocce) perché il petting praticato nelle occasioni intime, che in genere precedono questo momento, ha contribuito a dilatare gradualmente l’imene e a renderlo “elastico” permettendo così una penetrazione senza traumi.

 

Se il rapporto è desiderato, vi è una buona intesa fra i partner ed eccitazione reciproca, il dolore che pur si può avvertire è limitato, di breve durata e viene subito dimenticato nel progressivo piacere dell’atto sessuale.

 

I casi in cui il dolore è molto intenso, al punto da rendere quasi impossibile la penetrazione, sono rari, circa 1 su 100. Quando ciò si verifica è possibile che la ragazza abbia un imene molto rigido oppure che sia presente un disturbo specifico chiamato “vaginismo”.

 

Consiglio: in questi casi una semplice visita ginecologica può aiutarti a risolvere il problema. Un approfondimento prima di iniziare l’attività sessuale è comunque consigliato a tutte per una consulenza dall’esperto sui più appropriati metodi contraccettivi.

 

 

Sarò capace?
Il timore di non essere all’altezza è molto diffuso, soprattutto se il partner ha già avuto esperienze e tu ancora no.

 

Per quanto si possa leggere, approfondire, prepararsi sull’argomento non si può mai sapere fino all’ultimo come andrà, che fare allora?

 

La strategia migliore è non “mitizzare” troppo questo momento, parlare apertamente con il partner della propria inesperienza e, insieme, con complicità e fiducia vivere questa esperienza.

 

La cosa più sbagliata è invece fingere una competenza inesistente… finiresti con l’essere immediatamente smascherata.