Depressione post-parto: più a rischio le mamme giovanissime

fiogf49gjkf0d
La depressione post-parto ha un'incidenza del 50% tra le mamme con meno di 20 anni. 
È quanto è emerso nel corso del recente convegno “Non lasciamole sole” promosso dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (Sigo) svoltosi a Roma il 2 aprile 2008, nell’ambito di una più ampia campagna di sensibilizzazione sulla depressione post partum.
 
La tendenza alla depressione è spesso antecedente alla gravidanza
"Il rischio di depressione dopo il parto per le madri adolescenti è molto alto" – ha affermato la Professoressa Graziottin, direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele di Milano, nel corso di un’intervista a Adnkronos Salute – "Fino a qualche anno fa si parlava del 36%, ma i dati più attuali indicano il 48%".  Un dato allarmante, quindi, ma correlato al profilo della mamma giovanissima, poco più che adolescente. Queste mamme sono già a rischio di depressione prima della gravidanza. Si tratta spesso di ragazze emarginate a scuola, con bassa scolarità, spesso hanno subito abusi e sono comunque non adeguatamente seguite dalle famiglie.
"Si tratta,in genere, di persone che hanno poca cura di sè e non usano contraccettivi" continua la prof. Graziottin, durante l’intervista. “Queste ragazze hanno già segnato un futuro difficile sul fronte del concepimento."
 
Il rischio di una seconda gravidanza ravvicinata
Secondo i dati presentati al convegno, inoltre, il 19% delle mamme adolescenti concepisce un altro bambino dopo 12 mesi dal primo, mentre il 38% nei 24 mesi successivi. In sintesi, il 57% ha un altro bambino nel giro di due anni. “Questo significa” continua l’esperta al giornalista di AdnKronos “un destino di infelicità sia per la mamma che per il piccolo. Il dato, infatti, è correlato, per la madre, con abbandono scolastico, lavori, quando ci sono, a bassissimo reddito, condizioni socio-economiche difficili".