Il corpo perfetto non esiste

fiogf49gjkf0d

 

Sentirsi diversi, a volte sgradevoli, domandarsi, guardandosi allo specchio, se si è sempre le stesse, sono emozioni e sentimenti che è frequente provare nell’adolescenza.
 
Belle o brutte spesso vuol dire vicine o lontane dall’ immagine ideale di sé, che è per lo più quella prospettata dai mass-media: un corpo snello, scattante, perfetto.
 
Basta poco, diciamoci la verità, per sentirsi diversi dal modello di bellezza e di perfezione oggi proposto dai mass media, modello a cui però qualcuno tende comunque ad aggrapparsi, per trovare un punto di riferimento più o meno stabile.

Durante l’adolescenza, infatti, la propria immagine corporea, a causa dei numerosi cambiamenti fisiologici, si modifica così rapidamente da richiedere continui sforzi di adattamento, nella ricerca di una nuova identità personale.
 
L’importante (ma è difficile capirlo in questo periodo) non è tanto avere un corpo bello o brutto, ma un corpo ben integrato con la propria personalità, nella sua interezza. Perché non esiste il corpo giusto, il corpo perfetto.