Intervista al Prof. Herbert Valensise Segretario Nazionale della Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo)

Professore, in che periodo dell’anno i vostri ambulatori sono maggiormente frequentati dalle giovani?
 
A settembre quando terminano le vacanze estive, registriamo un vero e proprio boom di accessi nei nostri ambulatori e reparti di ginecologia. Circa il +30% rispetto agli altri mesi dell’anno. È questo il frutto di un’estate spesso trascorsa sottovalutando i rischi generati dal sesso irresponsabile, senza precauzioni.

Perché l’estate è così “pericolosa” per la salute sessuale dei più giovani?

L’adolescenza e gli anni immediatamente successivi sono ad altissimo rischio, per inesperienza e per una certa leggerezza con la quale si affrontano le prime esperienze sotto le lenzuola. A maggior ragione, l’allerta è massima durante i mesi estivi, in cui è più semplice fare nuovi incontri e vivere avventure che nascono e si consumano rapidamente e possono lasciarsi alle spalle spiacevoli conseguenze, che si manifestano in tutta la loro drammaticità nei mesi a venire.

Ci può fare qualche esempio?

I casi di condilomatosi genitale in Italia sono raddoppiati tra il 2004 e il 2008, arrivando a contare nel nostro Paese 250.000 casi ogni anno. Le malattie sessualmente trasmissibili interessano le donne nel 60% dei casi e tre volte su 4 (75%) giovani tra i quindici e i ventiquattro anni. La clamidia è l’infezione batterica sessualmente trasmissibile più diffusa anche in Italia e, secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, ha un andamento annuo che cresce in maniera costante.

Che cosa ha messo in campo la SIGO per fronteggiare queste tendenze tra i giovani?

Per rispondere all’emergenza e favorire la prevenzione non possiamo attendere che siano i giovani a venire da noi. Dobbiamo invece muoverci in prima persona, in maniera propositiva, per intercettarne le esigenze e offrire risposte puntuali e di qualità. Ecco perché crediamo che si debba insistere con l’informazione, soprattutto in prossimità delle vacanze, per invitare i nostri ragazzi a non “mandare in ferie” il cervello e a vivere i loro rapporti di coppia con responsabilità.
Dalla settimana scorsa la Sigo è presente nelle librerie Giunti situate negli aeroporti e nei moli da cui partono i traghetti. I ragazzi potranno ritirare l’opuscolo “Passaporto dell'amore”, che riepiloga le principali informazioni in tema di contraccezione e protezione. La campagna estiva è attiva anche on line con il concorso “Scrivi il tuo SMS per la prevenzione”.