Lo sapevi che. . .

fiogf49gjkf0d

 

La produzione degli spermatozoi non comincia fino alla pubertà...
... E progressivamente si riduce in età avanzata.
 
Sono i testicoli a produrre gli spermatozoi  e gli ormoni sessuali maschili
I testicoli sono una coppia di ghiandole, che pendono ai lati del pene, all'interno della sacca dello scroto. Producono gli spermatozoi (spermatogenesi) e li mantengono a una temperatura leggermente inferiore a quella del corpo, necessaria per la loro sopravvivenza. Ogni testicolo contiene molti tubuli seminiferi che producono milioni di spermatozoi al giorno.
 
Gli spermatozoi maturano e vengono conservati nell'epididimo
L'epididimo è un lungo (~ 6 metri) e sottilissimo tubo, fortemente avvoltolato, che forma una specie di cuffietta sulla parte superiore e posteriore di ciascun testicolo a cui aderisce saldamente. È qui che gli spermatozoi prodotti vengono immagazzinati ed è qui che maturano per essere pronti al momento della eiaculazione. All'interno dell'epididimo vengono prodotti ormoni, enzimi e nutrienti per la maturazione degli spermatozoi.
 
Gli spermatozoi possono rimanere immagazzinati fino a 42 giorni nell'epididimo, dopodiché...
... Vengono riassorbiti ed eliminati dai tessuti circostanti, processo che avviene anche dopo un intervento di vasectomia.
 
Durante il rapporto sessuale, gli spermatozoi maturi vengono spinti nei vasi deferenti...
... Verso il dotto eiaculatorio. I vasi deferenti sono due lunghi tubi muscolari che iniziano nello scroto, come continuazione dell’estremità dell’epididimo, e finiscono nella pelvi, dove si uniscono con i dotti delle vescicole seminali  a formare il dotto eiaculatorio. La parete dei vasi deferenti è formata da 3 strati di muscoli con un'abbondante ramificazione nervosa per consentire ai vasi di contrarsi molto velocemente e in modo efficace durante la eiaculazione.
Per accelerare il processo, gli spermatozoi sono in grado di nuotare attivamente all'interno dei vasi deferenti.  
 
Il liquido secreto dalle vescicole seminali e dalla prostata si aggiunge agli spermatozoi formando lo sperma
Le vescicole seminali sono due piccole ghiandole simili a sacchettini. Il liquido che secernono forma circa il 60% del seme maschile e contiene uno zucchero che fornisce agli spermatozoi l’energia per nuotare.
Parte del liquido seminale (~ il 20%) è formato da secrezioni alcaline lattiginose prodotte dalla prostata, una piccola ghiandola incapsulata (~ 3 cm di diametro) posta intorno al collo della vescica e alla prima parte dell'uretra, nella quale immette le sue secrezioni.
 
È la secrezione della prostata che dà il caratteristico odore al seme maschile
Il fluido della prostata contiene molti enzimi ed anche ricco di calcio e citrati. Si pensa che stimoli la motilità degli spermatozoi e che li protegga dall'acidità dell'ambiente vaginale della donna. La secrezione della prostata, come quella delle vescicole seminali è controllata dagli ormoni maschili prodotti nei testicoli.
 
Lo sperma viene eiaculato dal pene eretto attraverso l'uretra
L'uretra maschile è il canale (~ 20 cm di lunghezza) che dal fondo della vescica, attraversa la prostata e tutta la lunghezza del pene. Svolge due funzioni: oltre a permettere al seme di essere eiaculato, consente all'urina di fluire dalla vescica verso l’esterno.
L'espulsione dello sperma avviene grazie a contrazioni ritmiche, che si ripetono più volte e, aumentando la pressione, forzano la fuoriuscita dello sperma. Queste contrazioni sono all'origine della sensazione dell'orgasmo.
 
La quantità di sperma eiaculato contiene circa 300 milioni di spermatozoi
Normalmente vengono eiaculati circa 3 ml di sperma (2-6 ml).