Il metodo in breve

fiogf49gjkf0d
 
Tipo di metodo
 
Intervento chirurgico semplice.
 
Partner
 
Uomo
 
Tipo di intervento
 
La legatura o l'interruzione dei dotti deferenti (vasectomia).
 
Meccanismo
 
Viene impedita l’eiaculazione e, quindi, la fecondazione.
 
Tipo di anestesia
 
Locale, eseguito in day hospital.
 
Metodiche chirurgiche
 
Esistono differenti metodiche: taglio, legatura semplice dei vasi deferenti, applicazione di clips, cauterizzazione. Sono state sperimentate anche altre tecniche, per es. l'iniezione transcutanea di sostanze sclerosanti, ma con scarso successo.
 
Tempo di latenza dopo l'intervento
 
Almeno 3 mesi per raggiungere la totale infertilità (almeno 2 conte spermatiche consecutive con esito negativo).
 Sino ad allora si consiglia di mantenere l’abituale contraccezione o di utilizzare il preservativo.
 
Efficacia contraccettiva
 
MOLTO ELEVATA.
Permette all’uomo di assumere un ruolo contraccettivo importante.
 
Reversibilità
 
Metodo altamente irreversibile (richiede consenso scritto firmato).
 
Influenza sulla fertilità futura
 
Sì.
 
Interferenze su: virilità, libido o capacità di erezione dell'uomo
 
•  Nessuna.
 •  L'unico cambiamento riguarda il fluido seminale che viene eiaculato senza spermatozoi (non visibile a occhio nudo).
 •  Consente una sessualità spontanea.
 
Interferenza con il rapporto sessuale
 
Nessuna.
 
Protezione dalle MST
 
No.
 
Potenziali situazioni
 in cui il metodo può essere indicato
 
•  Coppie con figli  fortemente motivate a non averne più.
•  Coppie fortemente motivate verso un metodo permanente e irreversibile.
•  Situazioni in cui ogni altro metodo sia controindicato o impossibile da attuare
•  Motivazioni di ordine medico.
 
Controindicazioni
 
•  Richiesta di intervento in giovane età (< 25-30 anni).
•  presenza di disabilità fisica e psichica grave.
•  problemi urologici.
•  Indecisione di entrambi i partner sull'intervento.
•  Rapporti non stabili.
•  Situazioni emotivamente stressanti
•  Malattie che possono aumentare il rischio dell'intervento.
•  Infezioni in corso localizzata al pene, allo scroto o alla prostata.
•  Infezioni cutanee in corso nelle vicinanze del sito di incisione.
 
Effetti collaterali
 
Dolore, gonfiore e disagi postoperatori.
 
Insuccessi / Fallimenti
 
Sono possibili anche se rari (errori tecnici o ricanalizzazione spontanea dei vasi deferenti).