Il profilattico

 

È una fine guaina di lattice, sottile e flessibile, delicata ma resistente, chiusa a una estremità, destinata a ricoprire il pene durante il rapporto sessuale e a raccogliere il liquido seminale al momento dell'eiaculazione. Applicato al pene in erezione lo ricopre completamente, impedendo agli spermatozoi il contatto diretto con la vagina.

Ha il grande vantaggio di offrire un'efficace protezione nei confronti dell'HIV e delle malattie a trasmissione sessuale.
È un metodo contraccettivo affidabile solo se vengono seguite scrupolosamente le regole d'uso. In questo caso la sua efficacia anticoncezionale è buona, anche se inferiore a quella della pillola, della spirale e di alcuni metodi naturali applicati con determinazione.

L'efficacia anticoncezionale del preservativo dipende anche dalla sua qualità di fabbricazione. Ogni profilattico va utilizzato per un unico rapporto.
 
In caso di rottura del preservativo o di fuoriuscita di sperma il rapporto è da considerarsi non protetto e quindi, se non si vuole rischiare una gravidanza indesiderata, è necessario ricorrere tempestivamente alla contraccezione di emergenza.

L'innocuità di questo metodo è pressoché totale: vengono solo segnalati alcuni casi di sensibilizzazione, dovuti ad allergia al lattice.
Esistono, peraltro, resistenze psicologiche, che sono legate soprattutto alle necessità tecniche del metodo che interferiscono con il rapporto sessuale.