Benefici non contraccettivi della pillola

fiogf49gjkf0d

Da trent’anni a questa parte è stato confermato il ruolo della pillola quale contraccettivo più efficace e sicuro. La sua sicurezza contraccettiva è la più alta in assoluto: sfiora infatti il 100%, di gran lunga superiore a quella di tutti i metodi non ormonali.

 

Ma nel corso delle tante ricerche atte a confermare l’efficacia contraccettiva della pillola, sono emersi anche una serie di vantaggi extracontraccettivi che questo metodo eserciterebbe sulla salute della donna.

 

L’attenzione è rivolta in particolare a determinati effetti protettivi nei confronti di alcune patologie importanti, come l’artrite reumatoide, una malattia sempre più “rosa”, che colpisce cioè sempre di più le donne, e altre problematiche femminili quali le affezioni benigne del seno o  i tumori maligni dell’apparato riproduttivo (utero e ovaio).
L’assunzione prolungata della pillola riduce il rischio di incorrere in queste malattie.

 

La pillola presenta anche effetti benefici più “quotidiani”, cioè che migliorano la qualità della vita delle donne che la assumono, fra cui la normalizzazione del ciclo mestruale, la riduzione dei dolori mestruali, una protezione dalla formazione di cisti ovariche e mammarie, positive azioni sull’epidermide nei confronti di acne e irsutismo.

 

E poi la pillola ha una straordinaria applicabilità su diversi target di donne, come conferma la dottoressa Alessandra Graziottin, Specialista in Ginecologia-Ostetricia e Oncologia, e Psicoterapeuta in sessuologia: «È perfetta per la ragazza giovane, per cui una contraccezione sicura significa poter imparare l’alfabeto dell’amore senza rischi, e che nello stesso tempo cerca un guadagno in termini di miglioramento estetico, specie per problemi di acne o “peli in più”, nonché di stile di vita, per la riduzione del dolore mestruale e la regolarizzazione del flusso che la pillola comporta.

 

Per la giovane donna, impegnata negli studi o in una professione appassionante, la sicurezza contraccettiva consente di perseguire i propri obiettivi senza rinunciare all’amore, sapendo che i benefici anche in termini di riduzione del rischio di fibromi, di cisti ovariche e di infezioni genitali la aiuteranno a mantenere integra la propria fertilità.

 

Per la donna sposata e con figli contraccezione sicura significa dividere con serenità le proprie energie fisiche, psichiche ed emotive, senza rinunce di intimità, sapendo che, anche per lei, la pillola prospetta notevoli azioni benefiche per la salute.

 

E che dire per la donna che si trova al delicato giro di boa degli “anta”, e deve a fare i conti con un corpo segnato dai primi segni di esaurimento ovarico? La pillola può aiutarla a contrastare quell’incipiente insonnia, dovuta alle prime alterazioni neuroendocrine della premenopausa, a ridurre quell’irritabilità premestruale, così crescentemente fastidiosa a questa età e, infine, ad attenuare quei piccoli segni del tempo che lo squilibrio ormonale preclimaterico mette impietosamente in risalto».