Artrite reumatoide

fiogf49gjkf0d

Di cosa si tratta.

È una malattia infiammatoria cronica, dovuta a un’alterazione del sistema immunitario. Colpisce le articolazioni degli arti (mani, polsi, gomiti, spalle, piedi, caviglie, ginocchia, anche) ma con il tempo può progredire e coinvolgere l’intero organismo. Colpisce in particolar modo le donne e può insorgere a qualsiasi età, anche se si ha un picco di incidenza tra i 40 e i 60 anni.
 
Come si manifesta.
Astenia, debolezza, a volte febbre. I sintomi iniziali sono il dolore, il gonfiore delle articolazioni, soprattutto alle mani, e la marcata rigidità dei movimenti al momento del risveglio.
 
Come si può curare.
La terapia dell’artrite reumatoide è principalmente basata su alcuni analgesici, antinfiammatori, corticosteroidi o farmaci antireumatici del gruppo denominato DMARDs (Disease-Modifying AntiRheumatic Drugs). Lo scopo è ridurre il dolore e l’infiammazione delle articolazioni, preservando la funzionalità di queste ultime. Le diete, la ginnastica, le applicazioni calde o fredde e le terapie alternative sono supporti utili che non sostituiscono però le terapie farmacologiche.
 
I benefici della pillola.
Alcuni studi riferiscono una riduzione del 50% dell’insorgenza di questa malattia nelle donne utilizzatrici di pillola, probabilmente per l’aumento di cortisolo in circolo che consegue alla terapia estro-progestinica.