Anemia da carenza di ferro

fiogf49gjkf0d

Di cosa si tratta.
L'anemia sideropenica è una forma di anemia dovuta alla carenza di ferro. È frequente nelle donne in età fertile. Alcune situazioni possono impoverire le riserve di ferro dell’organismo: una dieta povera di ferro, la celiachia, le mestruazioni troppo abbondanti e/o prolungate, le perdite ematiche intermestruali, le piccole perdite croniche di sangue, gengivali o da emorroidi o le infiammazioni croniche.


Come si manifesta.
La donna anemica manifesta principalmente astenia, cioè stanchezza e facile affaticabilità, irritabilità, insonnia, difficoltà a concentrarsi, cefalea, vertigini (soprattutto nel passaggio dalla posizione distesa a quella eretta).

Come si può curare.
L’anemia si previene e si cura con una dieta che assicuri quotidianamente all’organismo alimenti ricchi di ferro (rosso d’uovo, carne, spinaci, frutta secca). In alcuni casi il medico potrebbe anche ritenere necessaria un’integrazione farmacologica di ferro, acido folico e vitamina B12.

I benefici della pillola.
Nelle donne che assumono la pillola estroprogestinica si è rivelata una minor incidenza di anemia correlabile alla minor quantità di sangue mestruale mensile unitamente a una riduzione delle emorragie uterine disfunzionali.