Cos´è il metodo sinto-termico

fiogf49gjkf0d

 

Questo metodo naturale utilizza tre indicatori per rilevare il periodo fertile. Il metodo sinto-termico si basa, infatti, sull'osservazione contemporanea delle variazioni cicliche di: temperatura basale, muco cervicale e cervice uterina. I dati rilevati giornalmente, vanno raccolti e registrati su una scheda riassuntiva.
 
Durante l'inizio del ciclo, quando i livelli di estrogeno e progesterone sono bassi, la cervice uterina è in posizione bassa, con l'orifizio chiuso, e facilmente palpabile con le dita.
 
Con l'aumento dei livelli di estrogeni, aumenta anche la produzione di muco e la cervice uterina diventa più morbida, più alta e con l'orifizio un po' più aperto rispetto ai giorni di non fertilità.
 
Nei giorni successivi sia il muco cervicale sia la cervice uterina continuano a modificarsi gradualmente, fino a raggiungere un quadro di piena fertilità. Contemporaneamente va misurata la temperatura basale, che si innalza di 0.2-0.4 gradi centigradi in risposta agli aumentati livelli di progesterone dopo l'ovulazione, e rimane alta fino al giorno in cui compare la successiva mestruazione.
 
Dopo tre giorni di temperatura alta, si considera terminato il periodo fertile. Sebbene questo metodo sia un po' più complicato, la sua efficacia è lievemente maggiore rispetto ai singoli metodi naturali.