Scheda di approfondimento

fiogf49gjkf0d

Il metodo sinto-termico si basa sull'osservazione contemporanea delle variazioni cicliche di due o tre indicatori: temperatura basale, muco cervicale e cervice uterina. I dati rilevati giornalmente vanno raccolti e registrati su una scheda riassuntiva. Alcune elaborazioni del metodo includono nella valutazione globale anche le variazioni della libido, e l'osservazione di sintomi associati all'ovulazione (dolore al basso ventre, tensione mammaria, sanguinamento) e modificazioni dell'umore. Il ricorso a diverse tecniche per la determinazione del periodo fertile rende da un lato più efficace il metodo, ma dall'altro ne aumenta la complessiva di rilevamento e registrazione.

Durante l'inizio del ciclo, quando i livelli di estrogeno e progesterone sono bassi, la cervice uterina è in posizione bassa, con l'orifizio chiuso, e facilmente palpabile con le dita. Con l'aumento dei livelli di estrogeni, aumenta anche la produzione di muco e la cervice uterina diventa più morbida, più alta e con l'orifizio un po' più aperto rispetto ai giorni di non fertilità. Nei giorni successivi sia il muco cervicale sia la cervice uterina continuano a modificarsi gradualmente, fino a raggiungere un quadro di piena fertilità. Contemporaneamente va misurata la temperatura basale che si innalza di 0.2-0.4 gradi centigradi in risposta agli aumentati livelli di progesterone dopo l'ovulazione, e rimane alta fino al giorno in cui compare la successiva mestruazione. Dopo tre giorni di temperatura alta, si considera terminato il periodo fertile.
 
Efficacia
Efficacia contraccettiva: leggermente superiore rispetto a quella dei metodi singoli.
 
Potenziali utilizzatrici
·         Donne con una buona familiarità con il proprio corpo.
·         Coppie disposte a lunghi periodi di astinenza.
·         Donne con cicli regolari.
 
Inizio
Primo giorno del ciclo mestruale (primo giorno di mestruazione).
 
Vantaggi
·         Rileva sia l'inizio che la fine del periodo fertile.
·         Garantisce una maggiore efficacia rispetto ai singoli metodi.
·         È un metodo controllabile dalla donna e dalla coppia.
·         È un metodo accettato dalla Chiesa cattolica.
·         Rappresenta un'occasione per conoscere meglio il proprio corpo.
·         Immediata reversibilità.
 
Svantaggi
·         Richiede una forte motivazione per essere utilizzato come metodo contraccettivo abituale per lunghi periodi.
·         Richiede un'ottima collaborazione e affiatamento di coppia.
·         Richiede periodi di astinenza che possono determinare problemi coniugali e stress psicologico.
·         Richiede un buon periodo di formazione per imparare le numerose regole di base.
·         Durante tale periodo è necessario utilizzare un altro metodo contraccettivo per non rischiare di rimanere incinta.
·         Per alcune donne il compito quotidiano di osservarsi e annotare i vari segni di fertilità può essere difficile e talora anche praticamente impossibile per lo stile di vita.
·         Le molte regole che il metodo esige per essere affidabile, possono scoraggiare e creare insicurezze.
·         La temperatura basale viene influenzata da tutte le malattie o condizioni che causano febbre, da disturbi del sonno, stress, alcool e assunzione di farmaci, come l'aspirina.
·         Non protegge dall'HIV e dalle malattie sessualmente trasmesse.
·         L'uso non corretto si accompagna ad un'alta percentuale di gravidanze indesiderate.
·         Le donne con mestruazioni irregolari possono avere difficoltà a seguire il metodo.
·         Dopo il parto e durante l'allattamento i segni e i sintomi che indicano la fase fertile sono molto variabili e quindi il metodo non è adatto in questi periodi (lo stesso discorso vale quando la donna ha appena interrotto l'assunzione di contraccettivi ormonali).