Lo sapevi che. . .

 

Si ritiene che gli arabi inserissero pietre...
... Nell'utero dei cammelli femmina per evitare gravidanze durante i lunghi viaggi attraverso il deserto.
 
 Oltre 5000 anni fa gli Egizi...
... Usavano rudimentali dispositivi di oro e rame.
 
La prima spirale pensata per la donna a scopo contraccettivo in termini moderni risale all'inizio del 1900 
È infatti Richter a descrivere per la prima volta nel 1909 la spirale, costituita da un anello di crine di Firenze, con un filo di nichel e bronzo.
 
Fondamentale per lo sviluppo di spirali più sicure e meglio tollerate è la scoperta nel 1960 del polietilene...
... Una plastica biologicamente inerte e temporaneamente deformabile.
 
Dal 1995 è disponibile il primo dispositivo intrauterino medicato con ormoni
La spirale medicata con ormoni contiene il progestinico levonorgestrel ed è frutto di una raffinata tecnologia d'avanguardia e di un lungo processo di sviluppo, iniziato negli anni Settanta. Oltre che per l'elevata efficacia anticoncezionale, tale dispositivo ebbe da subito un'ampia diffusione anche per il trattamento delle donne affette da menorragia (flusso mestruale particolarmente abbondante), per le quali l'unica soluzione fino ad allora disponibile era l'asportazione dell'utero (isterectomia).