La dieta equilibrata

fiogf49gjkf0d

 

Per funzionare in modo ottimale, l’organismo ha bisogno di una grande varietà di nutrienti. Una corretta alimentazione deve fornirgli queste sostanze e tutta l’energia necessaria affinché  l’organismo funzioni al meglio.
 
Senza i nutrienti essenziali (carboidrati, grassi, proteine, fibre, vitamine e minerali) e senza acqua il nostro corpo rallenta rapidamente le proprie funzioni: è per questo che le diete che consigliano di eliminare alcuni gruppi di alimenti si rivelano inefficaci e, talvolta, perfino dannose.
 
Seguire un’alimentazione sana e completa, accompagnata da una regolare attività fisica, variare quanto più possibile piatti e ingredienti sono le regole base per garantire un apporto più equilibrato e vario di nutrienti.
 
Non appena si parla di dieta, molte persone pensano subito a un tipo di alimentazione, rigida e piena di regole e misure, che permetta di dimagrire. In realtà, una dieta è semplicemente l’insieme di ciò che si sceglie di mangiare, fa parte del proprio stile di vita.
 
Il concetto di dieta equilibrata non ha nulla a che vedere con la fatica o il sacrificio, ma sottintende l'insieme di comportamenti alimentari adatti a mantenere il più possibile un buon stato di salute e a prevenire le malattie.
 
A questo proposito, è indispensabile, oltre al corretto modo di nutrirsi, svolgere regolarmente un'attività fisica o sportiva.
 
L’importanza dell’acqua
Il nostro organismo è dotato di meccanismi che permettono di mantenere un normale stato di idratazione, cioè un equilibrio tra le entrate e le perdite di acqua. Nelle situazioni che comportano un aumento delle perdite – come nel caso di esercizio fisico prolungato, con sudorazione intensa - è necessario introdurre una maggiore quantità di liquidi, bevendo in quantità adeguata; tanto più, quanto più è elevata la temperatura esterna e quanto è maggiore il grado di umidità atmosferica. Chi pratica abitualmente attività fisica o sport, deve imparare a bere prima che insorga il senso della sete, che può essere un sintomo tardivo di uno stato di disidratazione.
 
Quali bevande preferire?
Sono ideali quelle naturali: acqua minerale (meglio non gassata e leggermente salina); succhi di frutta, spremute, latte addolcito con miele. Per gli sportivi sono in commercio numerose bevande per la reintegrazione idrica e salina (dei sali che vengono persi con la sudorazione intensa), che possono essere alternate all’acqua.
Sono da evitare i superalcolici, le bevande ghiacciate e gassate, da limitare tè e caffé.
 
Gli integratori
Il dibattito a proposito della necessità degli integratori alimentari è sempre aperto. Gli esperti dietologi sostengono, in generale, che una dieta sana ed equilibrata, associata a un regolare esercizio fisico, fornisce tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno. Esistono, tuttavia, alcune situazioni in cui il nostro organismo può effettivamente avere bisogno di integrazione, sia per necessità temporanee (come nei casi di gravidanza, allattamento, esami, etc.) sia per uno stile di vita particolarmente frenetico o stressante o per difficoltà contingenti nella scelta e nel consumo di cibi freschi e di buona qualità.